Da un'idea di

  • Iscriviti alle nostre RSS Feed

8 ottobre F@Mu 2017 | Accreditati dal 20 di Marzo qui | Sei un Museo? Fai il Log In

COOP MAIN SPONSOR DI F@Mu 2016

famiglie-al-museo-coop

F@Mu 2016 e’  stata resa possibile grazie al contributo di COOP, quest’anno MAIN SPONSOR dell’evento.

Con il marchio COOP le cooperative di consumatori gestiscono una rete di vendita leader nella distribuzione organizzata italiana (un fatturato di oltre 12 miliardi di euro, 1.200 strutture di vendita in 16 regioni, quasi 54.000 lavoratori di cui il 92,6% a tempo determinato, oltre 8,5 milioni di soci) sulla base dei principi mutualistici e sociali dei padri fondatori della cooperazione, tradotti ai giorni nostri negli Statuti e nella Carta dei Valori delle cooperative di consumatori.
La tutela del potere d’acquisto di soci e consumatori, l’impegno per la difesa della salute, la qualità e la sicurezza dei prodotti, la promozione di un consumo consapevole delle nuove generazioni, la tutela dell’ambiente come bene di tutti, l’impegno per la diffusione delle pratiche di legalità, il rapporto con il territorio sono gli assi su cui le cooperative di consumatori sono riuscite a creare in Italia una solida e capillare rete in grado di coniugare le logiche di mercato con la responsabilità sociale.

COOP E LA SCUOLA

logo-saperecoop-500
Dal 1980 le cooperative di consumatori, attraverso il progetto Sapere Coop, ossia le proposte di educazione al consumo consapevole offrono agli insegnanti e agli allievi delle scuole di ogni ordine e grado un catalogo di percorsi didattici, animazioni, pubblicazioni, mostre, seminari, laboratori: una grande ricchezza di iniziative, strumenti di conoscenza e occasioni di riflessione per aiutare i ragazzi a costruirsi un autonomo punto di vista in tema di consumi e a compiere scelte con consapevolezza e senso critico.

L’intervento educativo di Coop raccoglie un patrimonio di competenze e sensibilità pedagogiche che ha fatto “scuola” (riconosciuto dal MIUR attraverso il rinnovo di protocolli d’intesa a partire dal 1999) e che si è costantemente aggiornato e innovato per stare al passo dei linguaggi delle nuove generazioni e del forte cambiamento in atto nelle scuole, nella società e nelle comunità di appartenenza, sempre più multiculturali.

Un’attività che trova la sua ragion d’essere nella storia e negli statuti delle imprese cooperative perché la crescita economica e quella sociale sono state concepite insieme fin dagli albori.
I temi affrontati nelle attività di educazione al consumo consapevole rientrano in tre macro ambiti:

  • Alimentazione (educazione al gusto, salute e benessere, cibo e cultura, pubblicità e scelte di consumo);
  • Sostenibilità (stili di vita responsabili, etica e comportamenti quotidiani, diritti di cittadinanza, geografia economica, globalizzazione);
  • Cittadinanza (cooperazione, legalità, solidarietà).

La qualità della proposta educativa si gioca soprattutto sul metodo: tecniche e strategie esperienziali e partecipative, didattica cooperativa, animazione come strumento educativo e il supermercato che diventa un laboratorio didattico. Esso è un luogo di conoscenza perché al supermercato le merci esercitano il loro potere persuasivo nei confronti del consumatore (anche giovane); è al supermercato che il consumatore ripercorrendo le storie dei prodotti, le loro filiere, le scelte etiche legate alla produzione, può iniziare a riflettere sui propri bisogni, sui propri comportamenti di acquisto e sull’impatto che questi possono avere sull’ambiente, sull’economia e sulla società e, dunque, sulla vita delle persone.
Le attività di Educazione al Consumo Consapevole nel corso dell’anno scolastico 2015-2016 hanno coinvolto 267.093 studenti, 11.613 classi e 15.097 insegnanti in circa 750 comuni. Info su www.saperecoop.it

COOP PER L’ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI

logo_crescendo_kids-500
Coop è da sempre attenta all’alimentazione dei bambini con linee di prodotto dedicate. A partire dal 2009 ha sviluppato un progetto di “educazione alimentare dell’infanzia” per contribuire alle azioni di prevenzione intraprese dalle istituzioni e dal mondo scientifico.
Un progetto sviluppato sotto l’egida e la supervisione di un Comitato scientifico formato dagli esperti di due delle più importanti società scientifiche attive sul fronte dell’obesità: l’ECOG (EuropeanChildhoodObesity Group), che riunisce ricercatori provenienti dalla maggior parte dei Paesi europei, e la SIO (Società Italiana dell’Obesità), società scientifica
che si propone di promuovere, sviluppare e divulgare le conoscenze scientifiche relative all’obesità e alle sue complicanze.
È nato così una vera e propria campagna condotta da Coop per prevenire il sovrappeso e l’obesità infantile attraverso:

  • la definizione delle Linee guida Coop per una corretta alimentazione dell’infanzia, l’attività di informazione e di sensibilizzazione rivolta alle famiglie e le tante azioni concrete sui prodotti a marchio Coop.
  •  il sito www.alimentazionebambini.it, curato dal Comitato scientifico composto dagli esperti di ECOG e SIO e in collaborazione con un pediatra, due medici nutrizionisti e un dietista, si offrono risposte ai genitori per renderli consapevoli ed educarli alla buona alimentazione.
  • l’inserimento sul fronte della confezione di prodotti alimentari Coop più “critici” per la dieta dei bambini -come patatine e bibite gassate-, di un bollino che ne suggerisce un “consumo moderato”.
  • la linea di prodotti dedicata all’infanzia Crescendo Coop studiata per accompagnare i bambini durante i momenti più importanti della loro crescita.
    Dai primi tre anni di vita con Crescendo Baby: body, tutine calzini in cotone da agricoltura biologica, pannolini, salviette prodotti per l’igiene, piccola puericultura e alimenti per l’infanzia. Questi ultimi in accordo con le nuove raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, consigliati almeno dal sesto mese di vita in poi; prodotte con materie prime ottenute rigorosamente secondo i metodi dell’agricoltura biologica, aggiungendo solo i principi nutritivi essenziali per la crescita ottimale ed eliminando sale e zucchero (ad eccezione dei biscotti che contengono zucchero di canna biologico).
    Sale e zucchero, i principali imputati dell’obesità infantile, non sono necessari dal punto di vista nutrizionale e possono condizionare, nel primo anno di vita del bambino, l’attitudine al consumo con effetti sfavorevoli in età adulta.
    Crescendo kids dedicati ai bambini più grandi con una proposta per lo snack e il fuori pasto di prodotti nutrizionalmente più equilibrati.
    Per la linea Crescendo non è consentito l’utilizzo di grassi tropicali, grassi idrogenati, né di Ogm, coloranti e aromi artificiali.
    I prodotti alimentari Crescendo Coop sono cibi equilibrati, altamente digeribili, sicuri e controllati nel pieno rispetto di tutte le più aggiornate indicazioni in materia di nutrizione infantile.

Tutto questo in coerenza e a conferma della mission di Coop: la tutela della salute dei consumatori, a partire dai “piccoli consumatori”.

SOSTIENI F@Mu 2016!
perche' la Cultura e' un diritto di tutti, anche dei Bambini, Sostieni l'iniziativa e fai una donazione!